13/05/2012

SOS ANTIPLAGIO 2

SOS ANTIPLAGIO: CONFERENZA STAMPA - 'Le attività dell'associazione per il 2011' giovedì 17 maggio - ore 11.30

2.0 Alcuni appartenenti alla Chiesa Cattolica si prestano a speculazioni e tecniche da disturbo mentale

Come quello di un prete della diocesi di Torino, che offre i suoi servigi tra l'alessandrino, Milano e la zona del bresciano.

Un prete di frangia, anche se dice di appartenere al Rinnovamento dello Spirito, conduce interminabili incontri di preghiera di diverse ore ed in cui, con l'ausilio di veggenti o pseudo-carismatici, esegue esorcismi in pubblico, ricerca e localizzazione nel corpo della persona, della presenza dello spirito maligno e il rito di allontanamento dello stesso da quell'organo o da quella parte del corpo. Si registrano trance collettive e contagio emozionali: gente che urla e si dimena a terra in preda a convulsioni, pseudo-veggenti che ruttano continuamente, pseudo-veggenti posseduti dalla loro madonna. Molte volte il prete ha dichiarato la guarigione di una persona che la volta successiva invece, ritornava col suo male senza alcun cambiamento e ancora con le chemioterapie a cui sottoporsi.

Il prete esegue i suoi incontri non in chiese ma seminascostamente, sempre in luoghi semi isolati, o in case di privati, dove anche li, si eseguono riti e preghiere ininterrottamente, dal tardi pomeriggio fino alle tre di notte, per poi riprendere dalla tarda mattinata fino a sera inoltrata, senza interruzioni e senza pranzare.

E' stata fatta la debita segnalazione alla Curia Torinese ed anche alle forze dell'ordine

2.1  Il problema dei falsi veggenti è un problema tutt'altro che superato.

Purtroppo questi falsi veggenti girano per tutte le nazioni, arrivano segnalazioni di presunti veggenti attorno ai quali si organizzano degli incontri di preghiera, senza un controllo delle autorità ecclesiastiche:

- a Novara il 23 maggio scorso è stato organizzato un incontro di preghiera in una rinomata chiesa novarese di una veggente di Vigevano;

- da Trecate ci giungono segnalazioni di incontri di preghiera organizzati da un altro pseudoveggente a cui gli appaiono la Madonna, Gesù e l'immancabile Padre Pio;

- a Casale Corte Cerro, tutti i lunedì sera si organizzano incontri di preghiera a casa di un'altra “veggente” che avrebbe contatti diretti con Gesù, mentre una sua amica li avrebbe con la Madonna.

- Non mancano segnalazioni di pseudoveggenze anche a Novara, figure, soprattutto femminili, attorno le quali si riuniscono piccoli gruppi di preghiera.

- Sempre a Novara, specie nella zona di Veveri, ancora imperversa imperterrito il culto alla pugliese Mamma Lucia.

Da uno studio medico di Torino, è segnalata una donna vittima di un uomo che opererebbe incontri a sfondo sadico-masochistico in una città ligure. Sono segnalate e coinvolte molte studentesse e anche minorenni, vendute in incontri a facoltosi (e viziosi) signori, di classe sociale molto elevata. Il tutto è stato denunciato alle Forze dell'Ordine.

2.2 Fuoriusciti da alcuni culti settari.

Dai culti contemplati nel dossier della Digos del febbraio 1998, arrivano fuoriusciti che necessitano di interventi polivalenti. Si aiutano a ricostruire la loro identità a fare chiarezza nella loro mente e a recuperare l'autostima e la dignità persa per ritornare ad essere persone viventi con ancora tanto da dare e ricevere in ambito sociale ed affettivo.

Il problema dell'emergenza educativa, già trattata nella relazione dello scorso anno, è tutt'altro che risolto ma si attendono eventuali collaborazioni con le Istituzioni.

3.0 Il pericolo della diffusione delle Psicosette

Da tempo si segnala una forte diffusione di culti del rafforzamento del potenziale umano, comunemente denominati psicosette. La loro penetrazione e diffusione, viene propagandata tramite corsi di apprendimento veloci e del miglioramento della memoria, studi sulla comunicazione neolinguistica, stage di corsi per migliorare se stessi con tecniche alquanto dubbie, o corsi inventati di sana pianta dai fondatori e che nascondono un culto in cui il santone e la sua struttura piramidale, dietro costi sempre maggiori, donano la loro pseudosapienza e il contorto insegnqamento

Il diffondersi massimamente di mescolanza di riti e culti, denota anche la diffusa sensazione di sfiducia e ansia dell'uomo moderno, che ha perso i modelli di riferimento e si trova sbandato dalle crisi economiche, politiche e spirituali.

4.0 La campagna denigratoria alle associazioni che contrastano i culti settari.

Da tempo ormai, si registra una continua campagna denigratoria ai danni di associazioni, come SOS Antiplagio, che contrastano i culti settari. Vi sono purtroppo in rete professionisti e studiosi che si danno battaglia per le loro divergenze di opinione, ora su un culto ora sull'altro.

- Un esempio è il caso del culto Arkeon, il cui fondatore, Vito Moccia ed altri “maestri” sono stati accusati di vari reati, tra cui violenza su minori, sequestro di persona, abuso della professione medica, ecc. ecc.

- Stessa diatriba, ma in toni molto più smorzati, sono apparsi, per le accuse mosse al culto RE Maya di Roma e al suo guru Danilo Speranza. Studiosi, professionisti, che si azzuffano in rete per sostenere le loro posizioni diametralmente opposte. E fin qui, facendo uno sforzo, potrebbe anche essere sopportabile. E' veramente sconfortante osservare, come tali professionisti, si accaniscono al punto tale da etichettare associazioni come la nostra, col termine da loro inventato di “sette antisette”. Una assurdità talmente mastodontica da rasentare l'ilarità, se non fosse per tutte quelle persone assistite da noi, traumatizzate per essere cadute nella trappola di un mago, di un santone o di una setta distruttiva.

Si osserva un certo coordinamento con rappresentanti dei culti sotto processo, per organizzare una vera e propria campagna diffamatoria ai danni di chi, come la nostra associazione, dona un servizio utilissimo alla società, affrontando in prima persona disagi, rischi, querele e minacce di ogni genere.

A questi incontri di coordinamento delle sette, tra loro e qualche professionista, avrebbe partecipato anche un noto studioso dei culti in Piemonte. La cui linea da anni è quella di difendere i culti settari, minimizzando gli allarmi della presenza dei culti in Italia, opponendosi al varo di una legge necessaria in Italia e di cui trattiamo nel paragrafo successivo.

5.0  Necessità di una legge che tuteli i cittadini dai culti distruttivi

Da anni si cerca di contrastare tali pericoli, occorre munire l'ordinamento giuridico italiano di una norma o legge che colmi il vuoto giuridico dall'eliminazione della legge sul plagio avvenuto nel lontano 1981. Vi sono state in questi anni varie proposte di legge, l'ultima, il DDL 569 S, giace in Senato in attesa di discussione. Diverse associazioni operanti in campo nazionale, come anche SOS Antiplagio, rivelano la presenza di un forte ostracismo all'approvazione di tale legge.

Si è giunti al 31° anno di vuoto normativo e, nonostante il legislatore, nell'abrogazione del 1981, avesse raccomandato di riformulare la legge in maniera più corretta e nel più breve tempo possibile, ancora oggi vi sono forti pressioni affinché non venga varato nessun strumento normativo a difesa del cittadino contro chi specula sulla sofferenza.

E' anzi urgentissimo che lo Stato adotti al più presto il DDL569 S affinché si corra ai ripari di tali attacchi all'individuo, alla famiglia, al patrimonio e soprattutto alla stabilità sociale come già è stato fatto in Spagna, Francia, Germania che sono nazioni europee come la nostra.

6.0 IL CENTRO DI ASCOLTO

Alcuni esempi

  • Da Novara, caso di separazione coniugale molto conflittuale per la contesa del figlio, il quale è colui che soffre realmente e più di tutti.
  • Da Cuneo, ancora un caso di separazione coniugale conflittuale in cui l'ex marito ricatta il figlio adolescente, affinché ritorni a vivere con lui e la sua compagna, seguace di Scientology.
  • Dalla Sardegna: un uomo avrebbe dato più di mille Euro ad un mago per far ritornare la sua amata. Oltre a non essere ritornata l'amata, sono volati via anche i suoi Euro dal suo portafogli.
  • Provincia di Parma: una ragazza 14enne viene convinta dallo psicologo scolastico di aver subito abusi e violenze sessuali dai suoi genitori quand'era piccina. A causa di ciò la ragazza è allontanata dalla famiglia e per circa un anno è ospitata in una comunità. Finalmente la ragazza ritratta le sue precedenti accuse e ritorna in famiglia. Si sta cercando di ripristinare la serenità e l'armonia familiare d'un tempo.
  • Provincia di Biella: una ragazza novarese chiede il nostro aiuto, sarebbe uscita da poco, da un gruppo esoterico del biellese che pratica ipnosi regressiva.
  • Una mamma novarese si rivolge a noi perché la figlia sarebbe vittima di un professionista, seguace dell'ormai defunto Sai Baba. Santone che non è dato sapere in quale animale si sarebbe reincarnato…
  • Provincia di Torino: i parenti di una mamma 35enne vittima di una setta, chiedono il nostro aiuto. Anche il figlio, frequentante le scuole medie, presenta segni di forte disagio nello studio e disturbo comportamentale verso i suoi compagni di studi.
  • Provincia di Novara: una signora è spaventata perchè si crede vittima di fatture e sortilegi da parte di parenti e vicini.
  • Provincia di Perugia: una donna ci contatta per violenze che subisce dal marito e secondo lei, la figlia nutrirebbe invidia e gelosia verso il fratello sposato e con un bambino. La ragazza decide di andare a convivere col suo ragazzo. Tale sua scelta è vissuta dalla mamma come il frutto di rituali magici operati dalla famiglia del compagno della ragazza. Le è stato dato l'indirizzo di una associazione vicina a cui rivolgersi.
  • Da Magenta, ci contattano per una forma di gelosia ossessiva da parte di una donna verso il marito
  • Da Milano, chiede il nostro sostegno una signora, che da bambina è stata vittima di abusi sessuali, da parte del patrigno dedito a pratiche occulto esoteriche.
  • Provincia di Roma: una donna ci contatta perché è affetta da tumore al seno ed il marito, vittima di un medium di Rieti, insiste perché lei si lasci curare dal medium. La signora è stata messa in contatto con una associazione di Roma.
  • Dalla Sardegna, una mamma ci segnala che sua figlia è in cura psicoterapica, perché sarebbe stata vittima di una donna che ama adescare ragazzine attraverso alcuni social network. Essendo anche coinvolte delle minorenni, la segnalazione è stata portata a conoscenza delle Forze dell'Ordine.
  • Provincia di Torino, una signora straniera, sposata con un italiano, con quattro figli, è caduta vittima di una psicosetta, con sue gravi ripercussioni familiari: separazione coniugale e atteggiamenti molto violenti verso i figli, specie la secondogenita di 11 anni.
  • Bellinzago, un culto satanista già ampiamente conosciuto, tiene degli incontri di studi settimanali, presso la propria sede.
  • Dalla provincia di Lecco, ci giunge la segnalazione di violenze su minori da parte di un prete.
  • San Benedetto del Tronto, una donna appena fuoriuscita da una psicosetta, viene messa in contatto con una associazione del centro Italia.
  • Siamo contattati da un signore italiano che vive in Brasile; egli ci segnala l'esistenza di un legame tra alcune logge massoniche di Novara e la Congregazione dei Testimoni di Geova.
  • Dalla Calabria, ci telefona un uomo disperato, perché la moglie avrebbe chiesto la separazione. Precedentemente lui aveva scoperto molti pagamenti eseguiti tramite Posta Pay all'indirizzo di una maga in Piemonte, dopo alcuni giorni da quella scoperta e il litigio che ne è scaturito tra i coniugi, lei chiede la separazione. Il marito ritiene responsabile la maga di tale richiesta della moglie.
  • Da La Spezia, una signora ci contatta per una sua anziana zia, abitante a Napoli e, secondo lei, plagiata da un avvocato e dalla badante (pare che tra i due ci sia del tenero) con tanto di ammanchi bancari.
  • In provincia di Alessandria, un sacerdote opererebbe strani rituali di esorcismi, e guarigioni, affiancato da pseudo-veggenti. Le persone che a sua detta sarebbero guarite, invece continuano a soffrire delle loro malattie (anche tumori). Le preghiere si svolgono anche in case private, per ore di fila fino alle tre di notte e la ripresa dalla tarda mattinata fino a sera, saltando anche i pasti. Il caso è stato segnalato alla Curia torinese. Ma pare che il sacerdote, nonostante i moniti ricevuti, continui a svolgere lo stesso i suoi strani rituali
  • Provincia di Torino, ci contatta una signora vittima di un santone, dedito a pratiche sadomasochistiche. La signora presenta gravi ripercussioni psicologiche. Viene assistita dai nostri consulenti medici e fatte le debite segnalazioni alle autorità competenti.
  • Provincia di Novara, sembra strano ma proprio l'adozione di un bambino, incrina il rapporto tra i coniugi tanto da concludersi in una separazione legale.
  • Novara, una signora segnala violenze subite dal marito, insieme alla figlia. Però i fatti risalgono a parecchi decenni addietro e la signora, alquanto anziana, pare rivivere i ricordi e i traumi di allora.
  • Toscana, un ragazzo segnala che la sua ragazza (ormai ex fidanzata) parteciperebbe a degli strani incontri di riti a sfondo sessuale con un sacerdote. Non sarebbe l'unica donna e i ritiri si opererebbero anche in una comunità padovana di un ex prete. Con altre associazioni nazionali, sono state operate le segnalazioni alle Curie Vescovili interessate.
  • Novara, una signora accusa di essere stata plagiata da una professionista che su di lei avrebbe somministrato l'ipnosi e l'autoipnosi. La donna attualmente soffrirebbe di un grave stato psicologico e accusa la professionista novarese di questo suo malessere.
  • Provincia di Novara, una setta esoterica del biellese che propina anche il Reiky, opererebbe matrimoni celtici (a scadenza temporale). Un giovane pare sia stato irretito da una adepta a celebrare questo matrimonio. Sia il ragazzo che i suoi familiari sono stati assistiti dai nostri consulenti.
  • Novara, vengono assistite una mamma con la figlia tredicenne per problemi relazionali. Papà e mamma sono divorziati e una successiva convivenza della mamma è finita anch'essa male.
  • Provincia di Novara, un altro caso di un papà che ricatterebbe il proprio figlio adolescente, di diseredarlo se non accetta di lasciare la mamma e andare a vivere con lui. La separazione è avvenuta anni addietro, ma le rivalse tra i coniugi non sembrano sopirsi col passare del tempo.
  • Provincia di Perugia, una donna chiede aiuto, perché la maga dalla quale si rivolge le avrebbe promesso il ritorno dell'amante (entrambi sono sposati e con figli). Risultato, un aborto procurato, l'uomo che in seguito ha interrotto la relazione, lei che ha già speso migliaia di Euro illudendosi dei poteri millantati dalla ciarlatana, mai vista di persona ma sentita solo tramite contatti telefonici.
  • Un papà  da Milano, segnala che il figlio segue una falsa veggente nella provincia di Lecco, La pseudo-veggente sarebbe seguita anche da un sacerdote.

6.1 Supporto plurispecialistico di SOS ANTIPLAGIO

Oltre alla trentina di casi citati e seguiti,secondo la valutazione plurispecialistica

Altri  35 casi sono seguiti da psicoterapeuti e avvocati e riguardanti

- Patologie neuropsichiatriche.

- Esiti di disturbo da stress post-traumatico.

- Separazioni giudiziali.

- Minori in difficoltà per liti tra coniugi.

- Casi di extracomunitari residenti in Italia:

   - che subiscono condizionamenti da parte di santoni extracomunitari che arrivano in Italia.

   - Condizionamenti e separazioni per santoni all'estero che condizionano un coniuge ad

   - abbandonare  perchè “porta male” e

   - figli coinvolti in queste manipolazioni mentali con emergenti disturbi mentali come

   - emarginazione, abbandono.

  - Extracomunitari che si dicono dotati di poteri e condizionano loro compatrioti a mantenerli in Italia .

Si vuole far notare come l'immigrazione trascina con sé i propri santoni, imbroglioni ed altri che diffondono anche qui in Italia le loro dottrine, superstizioni, magie e quant'altro: fenomeno già conosciuto ma che aumenta con la differenziazione degli stranieri che giungono nel paese. 

7.0 Saluti e ringraziamenti ai nostri Pastori diocesani

L'associazione, nata nel novembre 2004, ha iniziato ad operare sotto l'egida di Mons. Renato Corti. Siamo stati da lui accolti calorosamente, quando con profondo rispetto Gli illustravamo le nostre finalità e le nostre aspirazioni e proposte. Il suo incoraggiamento ci ha spronato ad operare, senza troppo preoccuparci di come avremmo affrontato le difficoltà, che subito, fin dagli albori della nostra nascita, si erano mostrate minacciose. Grazie all'interessamento della Diocesi di Novara abbiamo potuto avere una sede, che alacremente abbiamo riattato con opere di ristrutturazione a iniziare dall'edilizia, all'impiantistica e all'illuminazione, fino ad ottenere un luogo dignitoso e accogliente per i nostri operatori e i nostri assistiti. E' con profonda ammirazione e commozione che salutiamo e portiamo indelebilmente nel nostro cuore, la figura, esile di corporatura ma temprata nello spirito, di Mons. Renato Corti.

Ma con eguale ammirazione e rispetto salutiamo il nostro nuovo Pastore diocesano Mons. Franco Giulio Brambilla. Con la sua simpatia e profondità d'animo, con le sue brillanti osservazioni e simpatiche battute di spirito, lenisce la commozione iniziale e rasserena le speranze e il cuore dei suoi fedeli. Diamo quindi il nostro Benvenuto a S.E. Mons. Brambilla, lieti di accoglierlo e speranzosi di poter proseguire la collaborazione instaurata col suo illustre predecessore.

8.0 Eventi, conferenze e convegni del 2011

14 gennaio   Conviviale del Kiwanis Club Novara Monterosa

“I culti settari in Novara e Provincia e l'attività di SOS Antiplagio” Relatore Giovanni Ristuccia

Albergo Italia - Novara

21 febbraio  Partecipazione a incontro diocesano novarese.

Relatori, Roberta Grillo, Giorgio Gagliardi e

testimonianza di Giovanni Ristuccia

Sala Incontri Spirituali - Armeno (NO)

31 marzo  Conferenza Stampa

L'attivismo di SOS Antiplagio nel 2010

Relatori Giorgio Gagliardi e Giovanni Ristuccia

Ospite Assessore Provinciale Anna Maria Mellone

C.S.V. - Via Monte Ariolo, 12 - Novara

14 maggio  Partecipazione  al Convegno “L'abuso”

Organizzato dalle associazioni:

“A tutela dei bambini” e “Piccolo Alan”

Tra i relatori, Giorgio Gagliardi e Giovanni Ristuccia

Auditorium Villa Cambiaso - Savona

27 maggio  Conferenza “La pedofilia oggi”

Organizzato da A.VO.GA.NO.

Relatori, Giorgio Gagliardi e Giovanni Ristuccia

6 giugno  Partecipazione incontro col Volontariato

Organizzatore C.S.V. Novara e Assessorato

Politiche Sociali della Provincia di Novara

Università Avogadro - Via Perrone - Novara

8 giugno  Partecipazione alla presentazione dell'atto di indirizzo a sostegno

Alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Dell'assessorato alle politiche sociali della Provincia di Novara

Aula multimediale ITI OMAR, Novara


7 luglio  Partecipazione a conferenza “ La risi di coppia”

della Associazione Papà Separati di Novara

C.so Italia - Novara  

14 ottobre  Ciclo di conferenze “I Venerdì di SOS Antiplagio”

“Apparizioni Mariane e studi scientifici”

Relatore dott. Giorgio Gagliardi

Moderatore Giovanni Ristuccia

Sala Albertina, L.go Costituente - Novara

15 ottobre  Convocazione Associazioni di Volontariato

Organizzato dal C.S.V. di Novara

Sala degli Specchi dell'A.I.N.

C.so Cavallotti, 25 - Novara

20 ottobre  Conferenza “Apparizioni religiose e studi scientifici”

Relatore dott. Giorgio Gagliardi

Organizzatore, Nuova Mente

ITIS “Q. Sella” - Via Rosselli, 2 - Biella

24 ottobre  “In...Controluce” rubrica televisiva di Altaitalia TV

intervista Giovanni Ristuccia dal titolo “Attenzione alle truffe”

28 ottobre  Ciclo di conferenze “I Venerdì di SOS Antiplagio”

“Manipolazione mentale nei nuovi movimenti religiosi”

Relatore dott. Giorgio Gagliardi

Moderatore Giovanni Ristuccia

Sala Albertina, L.go Costituente - Novara

31 ottobre  “In…Controluce” rubrica televisiva di Altaitalia TV

intervista a Giovanni Ristuccia dal titolo “Sette e C.”

7 novembre  Partecipazione a conferenza “Il libro delle Sacre Scritture”

Del ciclo di incontri sul Dialogo Interreligioso

Relatore don Silvio Barbaglia

Organizzato da Nuova Regaldi - Novara

24 novembre  Ciclo di conferenze “I Venerdì di SOS Antiplagio”

“Abusi sui bambini nelle loro istituzioni”

Relatore dott. Giorgio Gagliardi

Moderatore Giovanni Ristuccia

Centro Servizio per il Volontariato

Via Monte Ariolo, 12 - Novara

3 -18 dicembre  Partecipazione a Mercatino della Solidarietà

Organizzatore CSV Novara

L.go Puccini - Novara

5 dicembre  Partecipazione incontro col Volontariato

“Found Reacing - Welfare”

Organizzatore C.S.V. Novara e Assessorato

Politiche Sociali della Provincia di Novara

Università Avogadro - Via Perrone - Novara

5 dicembre  Partecipazione a conferenza

“La tradizione ebraica e le Sacre Scritture”

Del ciclo di incontri sul Dialogo Interreligioso

Organizzato da Nuova Regaldi - Novara

19 dicembre  Partecipazione a conferenza

“la dottrina della giustificazione” secondo la Chiesa della Riforma

Del ciclo di incontri sul Dialogo Interreligioso

Organizzato da Nuova Regaldi - Novara

9.0 Rassegna Stampa 2011

1 aprile Novara Oggi “Maghi e comitati alla conquista di Novara”

4 aprile Tribuna Novarese “Sos Antiplagio contro maghi e sette”

4 aprile Corriere di Novara “Sette,culti e maghi: pericoli costanti”

8 aprile l'Azione                   “Sos Antiplagio: nel 2010 in crescita gli atti di bullismo”

3 giugno l'Azione  “Volontari garbagnesi, serata sulla pedofilia”

20 ottobre Corriere di Novara “ Apparizioni? Noi con la scienza valutiamo la

Attendibilità dei soggetti”

31 ottobre Corriere di Novara “La vittima viene scelta e soggiogata con un

Programma prestabilito”

1 dicembre Corriere di Novara “Troppe storie di violenza sui bimbi: serve maggiore

Impegno e attenzione”. 

10.0 Dovuti ringraziamenti ai nostri sostenitori

Quanto sopra descritto si è potuto realizzare anche grazie ai vari sostegni ricevuti nel corso dell'anno; per cui non possiamo concludere questa relazione senza il dovuto ringraziamento e riconoscimento a quanti ci aiutano a proseguire nel nostro impegno, a partire da tutti gli operatori del Centro Servizi per il Volontariato di Novara, i giornalisti che ci aiutano e diffondere i nostri incontri informativi, ai nostri consulenti che con dedizione e professionalità apportano il loro indispensabile sostegno e contributo a servizio della collettività.

Grazie di cuore a tutti voi! 

IL PRESIDENTE

 Giovanni Ristuccia

Allegati:

- Rassegna Stampa

- Convegni e conferenze

- Crisi familiare/genitoriale e scolastica formativa

I commenti sono chiusi.