18/02/2010

Belgio - tortura: Appello d'emergenza alla Giustizia

justice                                                     Bruxelles 18 febbraio 2010

 

APPELLO D’EMERGENZA ALLA GIUSTIZIA BELGA

 

 

Marcel Vervloesem della nostra associazione è isolato da 10 giorni nel carcere di Hasselt. Non è più seguito da medici (la direzione del carcere di Turnhout si ‘dimenticò’ di dare il dossier medico per il trasferimento un paio di giorni), non ha carta per scrivere né francobolli, ha solo due euro per telefonare (perché non può usufruire dei suoi soldi a Turnhout) e si trova 24 ore su 24 in una cella, senza televisione o altro.

Marcel trovandosi in una situazione critica (e ministro di giustizia De Clerck interverrà solo quando sarà troppo tardi, questo è certo), mi ha chiesto ieri di dirmi a sua figlia di restare assolutamente a casa. Le aveva telefonato ma non era a casa e quindi ha perso un altro euro per le telefonate.

Nella sua lettera del 12 febbraio 2010 ci disse che sarebbe stata l’ultima lettera perché aveva usato il suo ultimo francobollo. Non eravamo in grado di spedirgli dei francobolli, perché si promette da due settimane che Marcel verrebbe riportato a Turnhout, mentre il trasferimento fu organizzato per una sola ora presso la corte esecutivo penale di Anversa.

Si tratta quindi di tortura e omicidio su una persona che

1)      è malato di cuore,

2)      è diabetico

3)      soffre di cancro

4)      ha problemi con i reni

5)      che fu ricoverato con urgenza ed operato per ben 20 volte (di cui 5 volte durante la sua detenzione)

6) che non deve stare in carcere, ma che nuovamente deve essere ricoverato con urgenza in ospedale.

 

Poco fa ho chiamato il carcere di Hasselt con la richiesta di tirarlo al più presto fuori dall’isolamento e di fargli avere i trattamenti medici necessari. La risposta fu: “Se è in isolamento qualcuno dall’alto avrà dato l’ordine di farlo” dopodiché il telefono è stato attaccato. Ho cercato di telefonare al suo avvocato Mter. Raf Jespers, ma lei sarebbe di ritorno in ufficio solo alle 17.00. Ora telefono a tutti i vari servizi, membri della Camera, alla stampa (belga ed estera). Ripeto: E puramente omicidio e ho messo al corrente ripetutamente il ministro De Clerck ma egli non muove un dito. Ho telefonato anche al Cabinetto di Giustizia e lo farò di nuovo e probabilmente non mi ci limiterò e telefonerò tutto il giorno perché mi sento obbligato a salvare la vita a Marcel e perché a posteriori non vorrei sentirmi in colpa per non aver fatto tutto il possibile.

Evidentemente Marcel dovrà essere freddato per insabbiare il caso di pedopornografia di Zandvoort e le sparizioni confermate dalla Corte Suprema di Giustizia dei documenti dal dossier penale che provavano la sua innocenza e dei 7 CD-ROM con materiale pedopornografico appartenenti al caso Zandvoort che il Re del Belgio passò nel 1998, tramite ora l’ex-ministro di Giustizia Tony van Parys, al Procuratore Generale di allora; Christine Dekkers. Preferibilmente un’eliminazione senza testimoni ed ecco il perché dell’isolamento. Perfino le E-mail con traduzioni di un medico italiano che ci dà un supporto, sono completamente bloccati ora! Dov’è la differenza tra giustizia e criminalità quando un ministro di giustizia è perfettamente continuamente informato, permettendo o chissà, perfino dando delle ordine per questo lui stesso?

Con il nostro Gruppo di Lavoro faccio l’appello a tutti e a tutte le organizzazioni di far girare questo grido disperato e di scrivere o di chiamare tutte le autorità, politici, stampa (anche europea).

 

Jan Boeykens,

Presidente vzw Werkgroep Morkhoven

http://spiegel-van-de-nederlandse-politiek.skynetblogs.be/

http://apps.facebook.com/causes/438481/

 

————————————————————–

Ecco la lista delle sue  20 ospedalizzazioni d’urgenza e delle operazioni subite da Marcel Vervloesem e che sono state inviate più di  40 volte al Ministro De Clerck e ed ai suoi sollaboratori.

1) Cancro prostatico – Hopital St H. Hart à Lier – 2 volte
2) Insufficienza renale– 5 voltes – Hôpital St Elisabeth à Herentals
3) Pancreatite – 2 volter – 1X Hopital St H. Hart à Lier, 1X UIA d’Anvers
4) Urgenza in cura intensiva per pancreatite 2 –
5) Nuova urgenza in terapia intensiava pancreatite 1 – UIA d’Anvers
6) Cure intensive – Hôpital Fabiola à Sambreville/Hôpital St Elisabeth à Herentals 11X
7) Insufficienza renale – Gasthuisberg à Louvain – 2 X
8. Malfunzionamento cardiaco ed operazione à l’AZ Imelda Bonheiden – 3X
9) Cure intensive per Iddm – Hopital St H. Hart à Lier 4X
10) Insucfficienza renale – Hopital St H. Hart à Lier – 1X
11) Cardiochirurgia – AZ St Jan Bruges – 1X
12) Dialisi renale – Hopital St H. Hart à Lier- 1X
13) Emorragia interna – AZ St Jan Bruges – 1X
14) Nuova chirurgia – AZ St Jan Bruges – 1X
15) Impianto chirurgico di sonda per dialisi – AZ St Jan Bruges – 1X
16) Cure intensive er il cuore – St Elisabeth Turnhout – 1X
17) Cure urgenti intensive per anemia (da leucemia) – St Elisabeth Turnhout – 1X
18) Cure urgenti intensive – St Elisabeth à Herentals – 1X
19) Operazione al cuore – AZ St Jan Bruges
20) In data 14 maggio 2009 lui ha avuto problemi cardiaci per la mancanza di medicazione ed un trattamento insufficiente di cura,doveva andare all’ospedale di AZ Sint Jan Bruges ma la direzione della prigione con suo divieto è riuscita un giorno prima dell’ammissione e sulla base del fatidico rapporto del PSD a non farlo ricoverare. Ogni ospedalizzaizoni uergente a Bruges e Turnhout, ha avuto luogo tra l’imprigionamento di Marcel Vervloesem alla prigione di Turnhout e la prigione di Bruges. 

clintondegucht

FONTE:

Gruppo Morkhoven
Droit Fondamental (I, F, A)
Le reti pedocriminali: Zandvoort
Le reti pedocriminali – Zandvoort: Video 1 (F, H)
Le reti pedocriminali – Zandvoort: Video 2 Marcel Vervloesem (F,H)
Le reti pedocriminali – Zandvoort
Video 1-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort
Video 2-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort 
Le reti pedocriminali – Zandvoort: Indymedia (A)
Hillary Clinton – De Gucht – Guantanamo (I)
Diritti umani Onu: Belgio (I)
Belgio prigione tortura

DIFFONDETE, PUBBLICATE QUESTO MESSAGGIO. PROTESTATE CONTRO QUESTI TRATTAMENTI INUMANI !

Firmare la petizione ‘Free Marcel Vervloesem!’

 

I commenti sono chiusi.