27/12/2009

Prigioni belghe - prigionieri ammalati: lettera al Parlamentari



PRIGIONI BELGHE - PRIGIONIERI AMMALATI: LETTERA AI PARLAMENTARI


TraliesimagesBruxelles, 22.12.2009

Signora, Signor Deputato

Noi vi domandiamo solennemente di intervenire presso il Ministro della Giustizia alfine di chiedergli l'ospedalizzazione urgente del signor Marcel Vervloesem, che è richiesta dal medico della prigione di Turnhout per il suo stato di pre-coma iperglicemico con picchi della glicemia che non sono più misurabili e d anche per una rivalutazione delle sue cure attuali, tutto ciò deve essere fatto imperativamente in un luogo ospedaliero,con un eventuale passaggio dalla rianimazione.

Il governo belga, il ministro della giustizia, l’ammministrazione penitenziaria, i deputati belgi ed europei sono informati regolarmente da diverse associazioni, tra cui anche la nostra, del trattamento indegno ed inumano assimilabile ad una tortura alla quale è sottoposto questo prigioniero eccezionale. Sono stati tutti avvisati,dopo il 5 settembre 2008, del rifiuto sistematico di concedere delle cure per la salute a Marcel Vervloesem, assicurandosi così di tenerlo continuamente in pericolo di vita. Marcel Vervloesem ha perso 8 kili in tre settimane, ciò che è segno di una ripresa del suo cancro, che non è mai stato curato, a dispetto della domanda del medico della prigione di un protocollo di cura dal 10 settembre 2008. Lui attualmente non riesce più a tener testa ai suoi dolori. Soffre anche di nausee, vomiti , vertigini permanenti ed è diventato cieco : questi sono verosimilmente i segni del  pre-coma.

Nel 2005 già, dopo un'incarcerazione illegale (sottoposta al giudizio della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo), una funzionaria del Ministero della Giustizia aveva risposto alla domanda se era normale svegliare un paziente cardiaco ogni quarto d'ora:
"Ma no, non si deve svegliare,ma solo constatare se è  morto o no.". Dopo, il Ministro della Giustizia, per mezzo degli intermediari dei suoi servizi, rimprovera ufficialmente a Marcel Vervloesem i suoi contatti con le ONG della protezione dei diritti dell'uomo, per le pubblicazioni via media sui loro siti internet. I funzionari non rispondono più nè alle lettere,nè al telefono, se non ripetendo sistematicamente le medesime parole e frasi come una cantilena continua.

La settimana scorsa, Jan Boeykens, il Presidente dell'ONG Werkgroep Morkhoven, ha contattato per mail e telfono la direzione generale delle istituzioni penitenziarie ed il gabinetto del Ministro della Giustizia per ricordargli l'urgenza dell'ospedalizzazione. Lui ha ancora chiamato questo 21 dicembre 2009, ma prima di mezzogiorno, tutti erano ,come sempre,in riunione. Lui ha parlato con Luc Stas, un consigliere fiammingo del ministro della Giustizia Stefaan De Clerck, che ha dichiarato, che lui' non rispondeva alle questioni inerenti i rpiugionieri per telefono" ed ha troncato la conversazione. Lui allora ha parlato con Lieselot Bleyenberg, porta voce aggiunta del Ministro, che ha risposto che lei contatterà il servizio medico. Lui ha anche parlato con una collaboratrice della direzione generale delle istituzioni penintenziarie a Bruxelles, Vanessa Bury, che sembrerebbe che segue il dossier, ma anche lei ,come tutti e come sempre era ancora "nelle solite riunioni interminabili".

Un altro funzionario ha risposto di contattare il medico o il direttore della prigione. Ora ,il responsabile della direzione della prigione di Turnhout, Eric Geudens, ha risposto a Maître Raf Jespers, l'avvocato di Marcel Vervloesem, che non c'era alcun problema'. Nell' ottobre 2008, questo stesso Geudens aveva risposto al telefono "che lo stato di salute di Marcel Vervloesem non giustificava l'ospedalizzazione". L'indomani, lui non aveva più di 24 battiti cardiaci al minuto ed era condotto con un'ambulanza attrezzata all'ospedale di Turnhout, dove i medici impiegarono 13 ore a rianimarlo.

Sembrava chiaro che il Ministero vuole prevenire le cavolate dei suoi funzionari, tali da spiegare alle ONG che i secondini dovevano controllare ogni quarto d'ora se i prigionieri ammalati erano morti o no. Dopo, i funzionari riportavano sistematicamente gli sbagli dell' avvocato (sottintendendo cioè quello di Marcel Vervloesem che sarebbe stato un buono a nulla), circa il direttore ed il medico della prigione. Ora, un articolo apparso sul giornale "Het Nieuwsblad" pubblicato il 10 2008, dimostra che sono stati i servizi del Ministero della giustizia di Bruxelles che si erano opposti ad una ospedalizzazione di Marcel Vervloesem, peraltro ordinata dal medico della prigione di Turnhout.
Questo divieto di ospedalizzazione aveva obbligato a mandare indietro l'ambulanza chiamata dal medico.

Nel marzo 2009, il Ministro della Giustizia ha proposto a Mr Vervloesem una pillola per provocare un arresto cardiaco.

Il 26 giugno 2009, il giudice del tribunale delle pene ha detto del suo arresto che 'Solo il ministro può decidere su una libertà con condizionale per ragioni mediche', ciò che è stato confermato dalla Corte di Cassazione.

Il 13 luglio 2009, nella lettera a Paul Van Buitenen, Membro del Parlamento Europeo, Il Ministro della giustizia ha assicurato che anche a lui non è stato permesso di intervenire, in virtù della legge del 17 maggio 2006 concernente (…) l’attribuzione di un controllo elettronico che è di competenza esclusiva del tribunale dell'applicazione delle pene.

Il 4 settembre 2009, in risposta alla domanda parlamentare n° 4-3231, il Ministro del la giustizia ha assicurato che il comma undici di questa legge votata, che attribuisce a questo tribunale di giudicare le libertà com condizionale per ragioni di salute, non sarebbe applicabile se non in ragione del "lo stato di esubero della popolazione carceraria", ma che nel caso specifico " potrebbe causare un pregiudizio ai detenuti".

La nostra associazione ha inviato una lettera raccomandata a Mr Stefaan De Clerck per informarlo personalmente delle gravi patologie di Marcel Vervloesem e della necessità di potergli accordare una libertà sotto condizionale per ragioni di salute. Noi non abbiamo avuto alcuna risposta fino ad oggi.

La responsabilità del governo belga, perfettamente al corrente della situazione, è dunque in piena colpevolezza di :

1°) non-assistenza a persona in pericolo di morte a più riprese.
2°) blocco dell'applicazione della legge sulla liberazione sotto condizionale per ragioni di salute e sui diritti dei detenuti alle cure per la salute di qualità identica a quelle che sono accessibili alle persone del mondo libero.

Noi insistiamo presso di voi, poichè il momento è troppo grave per noi democratici, poichè l'uomo sta morendo, senza che nessuna delle istanze inoltrate ai cosidetti competenti sia stata presa in considerazione per risparmiargli sofferenze troppo gravi. Ogni giorno ha importanza nella situazione della salute di Marcel Vervloesem ed inoltre lui sta avviandosi verso una fine a breve scadenza e dolorosa.

Rispettosamente,

 

Martine Mangione

Presidente dell’associazione Marcel Vervloesem-Tevirepedo
Tevirpedo@droitfondamental.eu

http://tevirepedo.droitfondamental.eu/

------------------------------

Van Tevirepedo Tevirepedo@droitfondamental.eu
Aan meyrem almacidekamer, gerolf annemansdekamer, marie.arena lachambre, josy.arens lachambre, yolande.avontroodt dekamer, daniel.bacquelaine lachambre,xavier.baeselen lachambre, ronny.balcaen lachambre, sonja.becq dekamer, francois.bellot lachambre, philippe.blanchart lachambre, hendrik.bogaert dekamer, hans.bonte dekamer,juliette.boulet lachambre, christian.brotcorne lachambre, koen.bultinck dekamer,colette.burgeon lachambre, ingrid.claes dekamer, david.clarinval lachambre, guy.coeme lachambre, patrick.cocriamon lachambre, alexandra.colen dekamer, francoise.colinia lachambre, philippe.collard lachambre, jean.cornil lachambre, valerie.deom lachambre,guy.dhaeseleer dekamer, hendrik.daems dekamer, georges.dallemagne lachambre,maggie.deblock dekamer, rita.debont dekamer, valerie.debue lachambre, mathias.declercq dekamer, herman.decroo dekamer, francois.dedonnea lachambre, patrick.degroote dekamer, martine.demaght dekamer, filip.deman dekamer, corinne.depermentier lachambre, jenne.depotter dekamer, els.de.rammelaere dekamer, mia.deschamphelaere dekamer, wouter.de.vriendt dekamer, jeanmarie.dedecker dekamer, roland.defreyne dekamer, katia.dellafaille dekamer, roel.deseyn dekamer, olivier.destrebecq lachambre,maya.detiege dekamer, patrick.dewael dekamer, leen.dierick dekamer, camille.dieu lachambre, michel.doomst dekamer, dalila.douifi dekamer, daniel.ducarme lachambre,denis.ducarme lachambre, andre.flahaut lachambre, jean-jacques.flahaux lachambre,catherine.fonck lachambre, andre.frederic lachambre, jacqueline.galant lachambre,david.geerts dekamer, zoe.genot lachambre, joseph.george lachambre, muriel.gerkens lachambre, thierry.giet lachambre, georges.gilkinet lachambre, luc.goutry dekamer,hagen.goyvaerts dekamer, luc.gustin lachambre, olivier.hamal lachambre, kattrin.jadin lachambre, eric.jadot lachambre, jan.jambon dekamer, gerald.kindermans dekamer,meryame.kitir dekamer, bart.laeremans dekamer, sabien.lahaye-battheu dekamer, fouad.lahssaini lachambre, karine.lalieux lachambre, marie.claire.lambert lachambre, renaat.landuyt dekamer, david.lavaux lachambre, carine.lecomte lachambre, josee.lejeune lachambre, eric.libert lachambre, peter.logghe dekamer, peter.luykx dekamer, olivier.maingain lachambre, mariechristine.marghem lachambre, alain.mathot lachambre, yvan.mayeur lachambre, guy.milcamps lachambre, patrick.moriau lachambre, jan.mortelmans dekamer, linda.musin lachambre, nathalie.muylle dekamer,clotilde.nyssens lachambre, jacques.otlet lachambre, katrien.partyka dekamer,barbara.pas dekamer, jan.peeters dekamer, andre.perpete lachambre, cathy.plasman dekamer, annick.ponthier dekamer,magda.raemaekers dekamer, willem-frederik.schiltz dekamer, bert.schoofs dekamer, marie-martine.schyns lachambre, luc.sevenhans dekamer, sarah.smeyers dekamer, therese.snoyetdoppuers lachambre, bart.somers dekamer, ine.somers dekamer, sofie.staelraeve dekamer, bruno.stevenheydens dekamer, isabelle.tasiaux lachambre, raf.terwingen dekamer, eric.thiebaut lachambre, bruno.tobback dekamer,bruno.tuybens dekamer, ilse.uyttersprot dekamer, bruno.valkeniers dekamer, Luk.Van.Biesen dekamer, christine.vanbroeckhoven dekamer, ludo.vancampenhout dekamer, carina.vancauter dekamer, lieve.vandaele dekamer, robert.vandevelde dekamer, jef.vandenbergh dekamer, francis.v.d.eynde dekamer, liesbeth.vanderauwera dekamer, dirk.vandermaelen dekamer, tinne.vanderstraeten dekamer, bruno.vangrootenbrulle lachambre, stefaan.van.hecke dekamer, flor.vannoppen dekamer, ludwig.vandenhove dekamer, paul.vanhie dekamer, hilde.vautmans dekamer, stefaan.vercamer dekamer, mark.verhaegen dekamer, s.verherstraeten dekamer, geert.versnick dekamer, dirk.vijnck dekamer, kristof.waterschoot dekamer, ben.weyts dekamer, brigitte.wiaux lachambre, hilal.yalcin dekamer
cc: antwerp progresslaw.net, Jan Boeykens werkgroepmorkhoven, oip oipbelgique
Datum: 22 december 2009
Onderwerp: Marcel Vervloesem en pré coma a besoin d'une hospitalisation immédiate

 

clintondeguchtFONTE:

 

Gruppo Morkhoven
Droit Fondamental (I, F, A)
Le reti pedocriminali: Zandvoort
Website - http://www.morkhoven.droitfondamental.eu/ (I, A, F, H)
Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video 1 Marcel Vervloesem BFM-TV - http://www.youtube.com/watch?v=-eFnm5Eov8g (F, H)
Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video 2 Marcel Vervloesem BFM-TV - http://www.youtube.com/watch?v=r3nzjJj9GGo (F,H)
Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video Marcel Vervloesem BFM-TV - Dailymotion (F)
Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video Marcel Vervloesem BFM-TV - Blog Claudia Vinck
Video 1-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort 
Video 2-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort 
Le reti pedocriminali - Zandvoort: Indymedia (A)
Hillary Clinton - De Gucht - Guantanamo (I)
Diritti umani Onu: Belgio (I)
Belgio prigione tortura 

I commenti sono chiusi.