23/03/2009

Risposta di Maria Pia Maoloni e Giovanni Ristuccia al blog 'Il Giustiziere'


Maria.gioia di gruppo 2.261x196Sono Maoloni Maria-Pia, la mamma di Fiona e Milla, due innocenti vittime della perversione adulta. Se scrivo qui, non e’ per giustificarmi o per rispondere al gioco infame di questo preteso « giustiziere » ! Mi esprimo qui solo per sensibilizzare i lettori che la mia lotta per la salvaguardia delle mie bambine non è solo una battaglia contro la pedo-criminalità organizzata ma rappresenta una guerra contro l’indifferenza e l’ignoranza della gente davanti al massacro dell’innocenza dei nostri figli. Dentro queste reti pedo-criminali ben strutturate, non troviamo solo i criminali pedofili ma anche i lori complici che li prottegono o che chiudono gli occhi davanti a questi crimini contro l’umanità. Questi complici spesso indossano delle funzioni sociali leggittime negli alti livelli della società. Gli obiettivi loro sono principalmente : il potere, il piacere perverso e i soldi. Per raggiungere questi scopi, i loro mezzi sono : l’omertà della stampa ; la ritorsione (minaccie, intimidazioni) per sfruttare le paure della gente ; diffondere delle false informazioni per screditare ed insabbiare la verità su questi crimini, lasciare i cittadini nell’ignoranza di questo mondo perfido ; ed infine, isolare le vittime e le persone che hanno il coraggio di difenderle.
« L’uomo nero non fà piu’ paura davanti alla luce ! ».
Abbi il coraggio, « giustiziere », di metterti davanti alla luce per mostrare il tuo vero viso e fare capire a tutti la tua ignoranza sulla vicenda delle mie bambine, sulle tue interpretazioni sbagliate e volontariamente troncate che alimentano il potere dei criminali dell’infanzia e dei lori complici !!!!

http://il-giustiziere-lafabbricadeimostri.blogspot.com/2009/03/tre-domande-pubbliche-alla-signora.html


Giov.GR.mail-19Brava Maria Pia,

certo che la foto e le accuse sono piuttosto cattive. Siamo presi di mira anche noi di SOS Antiplagio, il dott, Gagliardi e l'avv. Coffari.

Mi piacerebbe proprio sapere chi è costui che si nasconde dietro un nick name. Che coraggio sparlare, senza mostrarsi!

Anche a Taormina non risparmia le sue frecciatine.

Però non mi meraviglio, è logico che si tenta di far passare tutto per una bolla di sapone.

Coraggio.

Giovanni Ristuccia


- Droit Fondamental
- Werkgroep Morkhoven
- Rete criminale di Zandvoort

Gevangenis Brugge (Prizione di Bruges)
Sectie 35 - K 62
t.a.v. Marcel Vervloesem
Legeweg 200
8200 Sint-Andries - Brugge (Belgio)

Commenti

la verità
lafabbricadeimostri@hotmail.it (blog 'Il Giustiziere')

Commento:

Quando si guarda la verità solo di profilo oppure di tre quarti la si vede sempre male. Sono pochi quelli che sanno guardarla in faccia.

Scritto da: Jan Boeykens | 24/03/2009

I commenti sono chiusi.